martedì 16 dicembre 2008

Off the records A Publicis e MCA Mediavest l’incarico INPS da 3 mln

L’incarico annuale relativo all’ideazione di iniziative di comunicazione e informazione istituzionale dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale e relativa diffusione, è stato assegnato dopo una gara. Secondo quanto risulta ad ADVexpress, seconde in classifica, a pari merito, Dentsu con OC&M, e Lowe Pirella Fronzoni; terzo Pomilio Blumm; quarta McCann Erickson; quinta JWT. Y&R e MP Group, escluse dalla gara per vizi formali, hanno fatto ricorso al Tar del Lazio.

Secondo quanto risulta ad ADVexpress, Publicis (nella foto il CEO Giorgio Lodi) in ati con MCA Mediavest si sarebbe aggiudicata, con modalità provvisoria, l'incarico INPS del valore di 3 mln per un anno, relativo all'ideazione di iniziative di comunicazione e informazione istituzionale dell'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale e relativa diffusione. Prosegue quindi il trend positivo per l'agenzia guidata da Giorgio Lodi, che ha recentemente ha ottenuto anche l'incarico creativo di Stock (vedi notizia correlata).

A quanto risulta alla nostra testata, in seconda posizione si sarebbero classificate, a pari merito, Dentsu con OC&M, e Lowe Pirella Fronzoni; terzo Pomilio Blumm; quarta McCann Erickson; quinta JWT.

Alla gara avevano partecipato anche Incentive e Y&R in ati con MP Group, successivamente escluse dalla gara per vizi formali. l'ati composta della sede romana dell'agenzia e dalla società di eventi ha fatto ricorso al Tar del Lazio per verificare la correttezza delle motivazioni che hanno portato all'esclusione dalla gara.

La gara ha avuto una lunga trafila. Il primo bando emesso dall'Inps era stato ritirato dopo il suggerimento di AssoComunicazione a riformularne uno più 'corretto' e più accessibile da parte delle agenzie. A destare le maggiori perplessità da parte dell'Associazione e della commissione che si occupa di gare pubbliche era l'elevato limite di accesso alla gara previsto dal bando, che fissava per le agenzie un fatturato non inferiore ai 15 mln all'anno nell'ultimo triennio. Una richiesta che sembra eccessiva, anche a fronte del budget in gara. Nel nuovo bando il fatturato richiesto alle agenzie è stato infatti ridimensionato a 4,5 mln nell'ultimo triennio, la durata dell'appalto è stata ridotta a 12 mesi senza proroga eventuale di 6 mesi.

E.C.

tratto da advexpress.it





Nessun commento: