venerdì 5 febbraio 2010

A proposito di indipendenti.



Oggi vi invito a scoprire qual'è la nuova categoria quest'anno a cannes.

Proprio così:
le agenzie indipendenti.

Come dire,
quelle strutture che anche in un momento di crisi producono lavoro ed utili:
quei risultati non solo creativi che, oltre a pagare il pane ed il salmone,
permettono di iscrivere il lavoro ai concorsi creativi.

Vi assicuro che quelli dell'organizzazione del più grande Festival Pubblicitario del mondo il marketing lo sanno fare
egregiamente.

Dovevano invertire il calo di iscrizioni dell'anno scorso, generato dalle rinunce dei grandi network in crisi.

Ragion per cui si rivolgono alla parte sana (e creativa) del mercato.

La storia ci dirà se avevano ragione.

Ma di certo il segnale debole è fortissimo.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

I soliti furbastri di Cannes vogliono fare ancora più soldi inventandosi una decina di nuove categorie.
Fanno bene. Ma nella categoria "indipendednti" rientra praticamente di tutto.

P.S.
Perché non togliere quell'apostrofo da "qual è"?

Lavendetta ha detto...

No, io riabiliterei il qual'è con l'apostrofo. Esteticamente è molto più bello.